Storia e Cultura

Rimini (dal latino Ariminum) è un comune italiano di 143.830 abitanti e provincia nella Regione Emilia-Romagna.

Nel 1992 venne istituita la provincia, distaccandone il territorio che allora era sotto l’ambito della provincia di Forlì.

Però, poi, solo nell’aprile 1995 divenne effettivamente operativa con l’avviazione della Prefettura e l’elezione del primo consiglio provinciale.

Rimini , è la principale città della Romagna, dopo Ravenna, per numero di abitanti. Essa si estende lungo la costa del mare Adriatico per circa 15 km con hotel, attrezzature balneari, impianti sportivi e locali notturni, difatti gode di fama internazionale come località di soggiorno estivo.

Lo sviluppo turistico si ebbe attorno alla metà del 19° secolo,trasformandosi in fenomeno di massa e perdendo l’originaria connotazione aristocratica e mondana qual’era stata fino ad allora. Rimini è anche una città di importante livello storico-culturale non indifferente.

Nel 268 a.C. fu fondata dai romani e per tutto il periodo della loro dominazione è stata un fondamentale nodo di comunicazione fra il nord e il sud dell’Italia. Gli imperatori romani eressero a Rimini monumenti importanti, quali, l’Arco d’Augusto, il Ponte di Tiberio e l’Anfiteatro.

Durante il primo Rinascimento, invece, sotto i Malatesta la sua corte è stata una delle più vivaci dell’epoca, ospitando artisti del calibro di Leon Battista Alberti, Piero della Francesca, Roberto Valturio, Matteo de’ Pasti e producendo opere quali il Tempio Malatestiano.

Ospitò, poi, nell’800 molti dei moti volti all’unificazione. Mentre durante la 2° guerra mondiale, Rimini,oppose una fiera resistenza partigiana, che gli tributò l’onore di una medaglia d’oro al valore civile. Oggigiorno, grazie alla propria posizione geografica e all’’attrezzatura ricettiva si è affermata come uno dei maggiori poli fieristici e congressuali d’’Europa sede di manifestazioni e convegni di grande rilievo.

Rimini vanta una ricchezza storica data da un possedimento di numerevoli patrimoni architettonici e artistici, monumenti e opere d’arte di diverse epoche, che testimoniano oltre duemila anni di storia.

Uno di queste testimonianze è proprio il centro storico di Rimini dove si evince una complessità attuale data da una stratificazione di epoche differenti determinata dall’alternarsi di periodi di decadenza e rinascita.

I monumenti più importanti risalgono all’età romana, tra cui Arco d’Augusto e Ponte di Tiberio, e al Rinascimento con il Tempio Malatestiano oltre a tante altre testimonianze del passato e del presente , delle quali si troveranno descrizioni dettagliate di seguito

Cimitero Monumentale di Rimini
Cimitero Monumentale di Rimini

In questo cimitero sono sepolte alcune grandi personalità come

L'Anfiteatro Romano
L'Anfiteatro Romano

Costruito nel II secolo d.c , oggi rimangono poche traccie di quello che fu uno dei maggiori anfiteatri dell’Emilia Romagna

Palazzo Brancaleoni
Palazzo Brancaleoni

Questo edificio appartiene a Brancaleoni che è un nobile la cui casata smise di esistere nel 1777 con Raffaele

Piazza Tre Martiri
Piazza Tre Martiri

Una delle piazze più belle di Rimini è senza dubbio Piazza tre Martiri, sita sul foro romano di Ariminium

Tempio Malatestiano a Rimini
Tempio Malatestiano a Rimini

Sigismondo Pandolfo Malatesta ordinò i lavori per la trasformazione dell’antica chiesa di S. Francesco in un monumento

Tesoro della Cattedrale
Tesoro della Cattedrale

Il tempio è predisposto nella Sala San Gaudenzio, adiacente la Cattedrale

Villa des Verges
Villa des Verges

Scopri la storia della prestigiosa Villa a Rimini: Villa Des Vergers